A Volandia è arrivato un nuovo capolavoro dell’aria

0
349

A Volandia è arrivato un nuovo capolavoro dell’aria

il Parco Museo del Volo ci regala nuove sorprese

il Parco Museo del Volo di Volandia continua ad arricchirsi di nuovi capolavori della storia dell’aeronautica. Il nuovo arrivato è un Fokker 27, un aereo di linea regionale di 10 tonnellate di peso con una apertura alare di ventinove metri.

Fokker 27

A suo tempo, negli anni settanta era considerato un modello supersicuro, l’unico sul quale fosse concesso di volare alla famiglia reale inglese al completo.

Il velivolo appena arrivato aveva volato prima per le poste francesi e poi per una società cargo bergamasca che nel 2015 aveva interrotto i voli per problemi economici. Il Fokker 27 verrà sistemato nell’area esterna del museo vicino al bireattore DC9 presidenziale già utilizzato dal Presidente Pertini e anche da Giovanni Il Paolo II.

Fokker27

Il restauro del velivolo terminerà in tempi brevissimi e prossimamente ci sarà l’inaugurazione. A Volandia è previsto anche l’arrivo di un Md80 proveniente dalla flotta di Meridiana, l’aereo è infatti già parcheggiato sul vicino piazzale della Malpensa in attesa di essere spostato nel museo dove diventerà l’esemplare più grande con i suoi trentadue metri di apertura alare, una lunghezza di quarantacinque metri e la capienza di centosessantacinque passeggeri.

Fokker27

Nel corso del 2017 è previsto anche l’arrivo del relitto originale del P-51 Mustang appartenente al secondo stormo caccia dell’Aeronautica militare, precipitato nel lago di Garda il 7 agosto del 1951 e recuperato lo scorso dicembre a 67 metri di profondità.

L’instancabile Marco Reguzzoni e i suoi collaboratori sono sempre alla ricerca di nuovi tesori e non paghi di avere fatto di Volandia il più grande Parco e Museo del volo di tutta Europa vogliono farlo crescere ancora inserendo gioielli storici sia dal mondo del volo (ma anche dal mondo del trasporto su rotaia) ampliando le offerte nelle sette aree in cui è diviso il parco: le forme del volo, l’ala fissa, l’ala rotante, il padiglione spazio, i droni, gli aeromodelli e l’area bimbi.

Il Parco Museo del Volo racconta l’epopea aeronautica in tutte le sue forme, dai voli pionieristici dei primi del 900 all’avveniristico convertiplano, dalle mongolfiere alla conquista dello spazio.

Domma Lombardo 03 febbraio 2017

La Redazione

Rispondi